Linee di Ricerca

Il settore compendia i temi di ricerca inerenti agli agro-ecosistemi, ai fattori che controllano il sistema pianta-ambiente e alle interazioni che vi si instaurano, ivi compresa l’ecofisiologia delle piante erbacee in coltura di pieno campo, e integra le conoscenze acquisite nella messa a punto di norme e tecniche di gestione sostenibile del sistema produttivo, definendo gli itinerari tecnici più adeguati ad assicurare, in ambienti pedoclimatici diversi, la disponibilità quali-quantitativa dei loro prodotti e la valorizzazione delle risorse ambientali. Le competenze formative del settore spaziano dagli aspetti relativi ai fattori fisici: agrometeorologia, climatologia e fisica del terreno agrario; e biologici: biologia ed ecofisiologia delle colture erbacee; agli aspetti agronomici generali e territoriali: aridocoltura e irrigazione, alpicoltura e sistemi agro-silvo-pastorali, controllo della flora infestante, metodologia sperimentale agronomica, conservazione della fertilità del terreno, valorizzazione agronomica dei reflui, anche non agricoli, produzione e scelta delle sementi, conservazione e sanità delle derrate raccolte, valutazione agronomica, conservazione e recupero delle terre degradate; alle tecniche specifiche delle diverse colture erbacee: alimentari, industriali, da energia, da fibra, da inerbimento tecnico, da tappeto erboso, antierosive e di copertura.

 

 

Download Scheda PDF

Il settore raggruppa le tematiche di ricerca inerenti alla biologia, ecofisiologia, propagazione e caratterizzazione delle specie arboree e arbustive d'interesse agrario, alla conservazione e valorizzazione della biodiversità, alla progettazione e gestione sostenibile dei sistemi colturali volti alla produzione di frutta e biomassa o costituiti a fini ornamentali, paesaggistici e per la tutela dell’ambiente, elaborando norme e agrobiotecnologie per il loro governo. Le competenze formative del settore riguardano i principi generali dell’arboricoltura, la propagazione, la biologia e la fisiologia delle piante arboree e dei loro prodotti, anche in post-raccolta, la valutazione della qualità dei frutti e dei prodotti che ne derivano, le agrobiotecnologie delle diverse specie da frutto, ornamentali e per la produzione di biomasse legnose.

Download Scheda PDF

Il settore raccoglie i temi di ricerca inerenti alla biologia ed eco-fisiologia delle piante da orto e da fiore e mette a punto modelli colturali e tecnologie che garantiscano produzioni quali-quantitativamente adeguate, nella salvaguardia dell’ambiente. Le competenze formative comprendono la biologia ed eco- fisiologia delle colture da orto, ornamentali e da fiore e dei loro prodotti anche in post-raccolta, i principi generali dell’orticoltura e floricoltura, ivi comprese le colture protette e senza suolo, il vivaismo e la produzione delle sementi, la gestione di parchi e giardini e le tecniche di coltivazione di specie da orto, da fiore, ornamentali, aromatiche, medicinali e di funghi eduli.

Visita il sito della Ricerca Ortofloricola Padova

Download Scheda PDF

Analisi trascrittomica per lo studio del sistema riproduttivo delle piante (apomissia in iperico, maschiosterilità in radicchio e incompatibilità in olivo);
Epigenetica del mais;
Il ruolo del trasporto polare dell’auxina nel regolare l’architettura della pianta di mais
Sviluppo e validazione di marcatori molecolari, mediante approccio di mRNA-seq, per la selezione di nuovi portinnesti di vite resistenti a stress idrico, salino e a clorosi ferrica;
Individuazione e caratterizzazione genomica e funzionale di geni ABC che codificano per proteine trasportatrici coinvolte nella risposta a stress biotici e abiotici in vite;
Analisi del genoma mediante marcatori SSR e SNP per la caratterizzazione genetica di popolazioni e la selezione genetica (MAS) in specie di interesse agrario e forestale;
Sviluppo di saggi diagnostici molecolari per la tracciabilità genetica di prodotti agro-alimentari mediante DNA barcoding.
Parole-chiave: sistemi riproduttivi delle piante; genomica strutturale e funzionale; selezione assistita da marcatori molecolari; epigenetica mais, trasporto auxina, stress biotici e abiotici in vite .

Download Scheda PDF

Il gruppo di Entomologia svolge ricerche sulla protezione biologica ed integrata delle colture agrarie e forestali. Il raggiungimento di questo obiettivo avviene attraverso l'integrazione di ricerche di base sulla biologia degli artropodi con approcci rivolti allo studio della tassonomia, delle relazioni insetto-pianta, della regolazione naturale delle popolazioni, della genetica di popolazione e degli effetti del cambiamento climatico.

Parole chiave: biodiversità, effetti dei prodotti fitosanitari, simbionti degli insetti, specie aliene, impollinazione, relazioni multi-trofiche, controllo biologico e integrato, servizi ecosistemici

Download Scheda PDF

Interazioni suolo-pianta; valutazione della qualità del suolo; dinamica della sostanza organica ed umica nel suolo in relazione all'importanza ambientale in ecosistemi agrari e forestali.
Studio dei cammini metabolici nelle risposte alle sostanze bioattive come le sostanze umiche e i biostimolanti vegetali per sviluppare composti naturali da usare come biofertilizzanti e biopesticidi in un'agricoltura sostenibile.
Controllo genetico dell'apparato radicale e dell'assorbimento dei nutrienti in piante coltivate.
Studio della risposta delle piante agli stress nutrizionali e da metalli pesanti.
Accumulo di farmaci da matrici contaminate in piante di interesse agrario e forestale. Risposta biochimica e fisiologica delle piante a stress abiotici.
Stress ossidativo: percezione, risposta ed adattamento delle piante all’ambiente
Applicazioni dell’analisi proteomica nel settore agrario.
Parole Chiave: Fertilità del suolo; Sostanze umiche; Marcatori Molecolari; Architettura Radicale; Fitorimedio; Stress Ossidativo

 

Download Scheda PDF

Modificazioni dei componenti di interesse tecnologico, nutrizionale, salutistico e organolettico degli alimenti conseguenti ai processi di preparazione e conservazione, tradizionali ed innovativi
Valorizzazione dei sottoprodotti dell’industria alimentare
Allergeni e digeribilità dei prodotti vegetali freschi e trasformati
Miglioramento della qualità del vino e delle bevande alcoliche
Parole chiave: alimenti funzionali, composti bioattivi, macromolecole, enzimi, vino, cereali, sottoprodotti, allergeni

Download Scheda PDF

Il settore raccoglie i temi di ricerca inerenti alla caratterizzazione, ecofisiologia, utilizzazione e controllo dei microorganismi degli ecosistemi naturali, agrari, forestali, agroalimentari, degli animali e delle acque e nelle relative filiere. Le competenze formative riguardano la biologia dei microorganismi, la biodiversità e le risorse microbiche di interesse agro-alimentare, le biotecnologie microbiche, la microbiologia applicata ai settori agro-alimentare, agro-industriale e ambientale, la storia e la didattica della microbiologia.
 

Download Scheda PDF

Sistemi zootecnici; evoluzione dei rapporti tra allevamento e società; cause genetiche della variabilità delle produzioni animali; efficienza e qualità delle produzioni nel quadro di una zootecnia sostenibile; metodi di valutazione genetica/genomica e di selezione delle popolazioni animali, e sistemi di incrocio; biotecnologie per il miglioramento genetico, la conservazione di risorse genetiche animali, il controllo di filiera e la tracciabilità dei prodotti zootecnici; metodi biostatistici e informatici finalizzati al miglioramento genetico degli animali da reddito, alla conservazione della biodiversità e alle applicazioni biotecnologiche.

Parole chiave
Genetica, Biostatistica, Biotecnologie, Biodiversità, Risorse genetiche animali, Produzioni animali.

Download Scheda PDF

Il settore raggruppa le tematiche di ricerca inerenti all'alimentazione degli animali in produzione zootecnica e d'affezione, all'utilizzazione digestiva e metabolica dei principi nutritivi, alle caratteristiche fisiche, chimiche e nutrizionali degli alimenti per gli animali, delinea principi di alimentazione animale e mette a punto biotecnologie e agrotecnologie alimentari e mangimistiche che abbiano una corretta influenza sul rendimento produttivo, sul benessere degli animali e sulle caratteristiche dei prodotti zootecnici con riferimento alla loro rispondenza alle esigenze tecnologiche, nutrizionali e di salubrità del consumatore e ai rapporti che intercorrono fra alimentazione degli animali e inquinamento ambientale. Le competenze formative riguardano gli alimenti zootecnici, la dietetica e l’igiene alimentare negli allevamenti animali, compresi quelli acquatici, le metodologie e biotecnologie applicate all'alimentazione animale, la nutrizione e alimentazione animale, la tecnica mangimistica e l’utilizzazione dei sottoprodotti.

Download Scheda PDF

Il settore raggruppa le tematiche di ricerca inerenti alla valutazione morfo-funzionale, etologica, riproduttiva delle diverse specie, comprese quelle d'affezione e a carattere faunistico venatorio, e integrano le conoscenze per mettere a punto biotecnologie e agrotecnologie di allevamento, in diversi ambienti e sistemi zootecnici, nel rispetto dell'igiene e dell'ambiente, del benessere animale e nella tutela della qualità dei prodotti. Le competenze formative riguardano la valutazione morfo-funzionale degli animali in produzione zootecnica, l’etologia, ecologia e fisio-climatologia zootecnica, le metodologie e biotecnologie applicate all'allevamento animale, la zootecnica speciale, la valutazione della qualità dei prodotti d’origine animale, gli approvvigionamenti annonari e l’industria dei prodotti zootecnici.
 

Download Scheda PDF

Il settore raggruppa le tematiche di ricerca inerenti alle specie avicole, cunicole e acquatiche, caratterizzate dalla brevità del ciclo biologico e industrializzazione dei processi di produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti, e mette a punto sistemi e tecniche di allevamento, che diano prodotti quali-quantitativamente elevati. Le competenze formative riguardano la fisio-climatologia zootecnica, l’acquacoltura, l’allevamento dell'avifauna, di animali da laboratorio e da pelliccia, l’avicoltura, la coniglicoltura e le zoocolture.

Download Scheda PDF