Scienze e tecnologie agrarie - LM69

LM-69 - Classe delle lauree magistrali in Scienze e tecnologie agrarie

Accesso Libero con requisiti curriculari

Sede Legnaro (PD)

Caratteristiche e finalità
Il corso si propone di fornire, sulla base di una solida preparazione sugli aspetti teorico-scientifici acquista nella laurea triennale, conoscenze avanzate nell’ambito dei sistemi agrari e zootecnici e di formare capacità professionali di alto profilo in grado di utilizzare l’ampio spettro di conoscenze per interpretare, descrivere e risolvere, anche in modo innovativo, problemi in ambito agro-zootecnico, con particolare riguardo per i rapporti tra tecniche di produzione (vegetali e animali) e ambiente. Il Corso di Laurea fornisce inoltre conoscenze specifiche consentendo di approfondire la preparazione nell’ambito della produzione e della difesa e in quello della gestione tecnica e di mercato delle imprese agricole e agro-zootecniche.
Alla luce di ciò il percorso formativo del corso di studio in Scienze e Tecnologie Agrarie si articola su due livelli, la formazione di base nell’area estimativo-economica, dell’agronomia, della fertilità e nutrizione delle piante, dell’eco-fisiologia, della meccanizzazione agricola, e la formazione più specificamente indirizzata al settore dell’arboricoltura, delle colture protette, delle zoocolture, della lotta biologica, dell’estimo professionale e del diritto agrario.

Settori di approfondimento
Processi produttivi agricoli e zootecnici per la loro ottimizzazione; strumenti metodologici propri dello studio del territorio e della gestione tecnica e di mercato delle imprese agricole e del settore agroindustriale, con particolare riguardo per le tecniche a basso impatto ambientale.

Ambiti occupazionali
Il laureato può svolgere attività di programmazione, gestione, controllo, coordinamento e formazione sui processi produttivi agricoli e zootecnici, per rispondere alle esigenze del mercato e del consumatore per quanto riguarda qualità e salubrità dei prodotti, rispetto dell’ambiente, compresi i valori paesaggistici e storico-culturali del territorio agricolo.
Può inoltre collaborare alla realizzazione ed alla gestione in proprio di progetti di ricerca di base ed applicata nel settore delle produzioni agrarie. La sua attività professionale si svolge prevalentemente nelle Aziende del settore primario per quanto riguarda gli aspetti prettamente produttivi e nel settore delle trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, negli Enti pubblici e privati che conducono attività di pianificazione, analisi, controllo, certificazione, nonché in quelli che svolgono attività di ricerca in campo agricolo, negli enti di formazione, negli Uffici Studi e nella libera professione. Il laureato magistrale in Scienze e Tecnologie agrarie può sostenere l’esame di abilitazione all’esercizio della professione di dottore agronomo e dottore forestale.

Dalla triennale alla magistrale
Accesso diretto da:
Università di Padova
Laurea in Scienze e tecnologie agrarie, classe delle lauree 20 (D.M. 509/1999)
Laurea in Scienze e tecnologie agrarie, classe delle lauree L-25 (D.M. 270/2004)
Laurea in Tecniche vivaistiche, classe delle lauree 20 (D.M. 509/1999)
Laurea in Tecnologie forestali e ambientali, classe delle lauree 20 (D.M. 509/1999)